Secondo quanto riferito, i problemi con i chip di Intel Skylake sono al ribasso nello switch al silicio di Apple

Un ex ingegnere Intel afferma che Apple sta abbandonando i processori x86 per il silicio Apple a causa della "cattiva garanzia di qualità di Skylake".

Al suo keynote del WWDC 2020, Apple ha annunciato un enorme passaggio di due anni dai processori Intel in Mac al silicio Apple. Sebbene Apple abbia affermato che lo switch riguarda principalmente le prestazioni e il consolidamento della piattaforma, almeno un ex staff Intel ritiene che sia a causa di problemi con i chip Intel.

L'ex ingegnere principale di Intel, François Piednoël, ha affermato che la garanzia di qualità dell'architettura Skylake del chipmaker era "più che un problema", secondo PC Gamer.

"E 'stato anormalmente male. Ci stavamo facendo troppo citando piccole cose dentro Skylake", ha detto Piednoël. "Fondamentalmente i nostri amici di Apple sono diventati il ​​numero uno dei problemi nell'architettura. E questo è andato molto, molto male."

Piednoël ha aggiunto che "quando il tuo cliente inizia a trovare quasi tutti i bug che hai trovato, non stai conducendo nel posto giusto".

Ma Piednoël sosteneva che i problemi di controllo di qualità con Skylake rappresentavano il "punto di flesso".

"Qui è dove i ragazzi di Apple che hanno sempre pensato di cambiare, sono andati a guardarlo e hanno detto: 'Beh, probabilmente dobbiamo farlo.' Fondamentalmente la cattiva garanzia di qualità di Skylake è responsabile per loro di andare effettivamente lontano dalla piattaforma ", ha detto.

La transizione al silicio Apple dovrebbe durare due anni e Apple ha adottato misure per introdurre software di emulazione e virtualizzazione per facilitare lo sviluppo di sviluppatori e consumatori.

Intel, da parte sua, ha promesso di supportare Apple e i suoi utenti "in diverse aree di attività" per i prossimi due anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *