Jony Ive ha ritardato il progetto delle cuffie AR di Apple per problemi di progettazione

Mentre era ancora in Apple, il designer Jony Ive si è opposto ai piani per quello che sarebbe diventato Apple Glass, iniziando disaccordi interni che avrebbero ritardato l'intera impresa.

Secondo quanto riferito, Apple ha sviluppato per molti anni un headset con realtà aumentata e realtà virtuale quando Jony Ive ha contestato il suo design. All'allora Chief Design Officer apparentemente non piaceva il modo in cui il progetto stava per diventare un set di occhiali AR / VR accoppiato a un dispositivo hub separato.

Secondo Bloomberg, Ive ha preferito un design alternativo che mettesse solo AR in un unico paio di occhiali. Sentiva che il design sarebbe stato migliore, ma secondo come riferito si oppose all'idea di un'esperienza in stile Oculus in cui gli utenti erano tagliati fuori dalla realtà. Ho pensato che Apple avrebbe dovuto creare un dispositivo che consentisse agli utenti di essere pienamente consapevoli del loro ambiente reale e che la vista fosse aumentata da AR.

L'auricolare AR / VR e l'hub accoppiato sono stati favoriti dal Technology Development Group di Apple, guidato da Mike Rockwell. A parte le discussioni su ciò che gli utenti vedrebbero e non vedrebbero quando indossano le cuffie, la posizione di Rockwell era che avere un hub separato avrebbe dato al prodotto una grafica molto più veloce e funzionalità VR più potenti.

Alla fine, Tim Cook si schierò dalla parte di Jony Ive. Secondo il rapporto di venerdì, tuttavia, parte del lavoro svolto sull'hub VR viene distribuito nei processori ARM che saranno nei futuri Mac.

Rockwell è entrato in Apple nel 2015, presumibilmente assunto dal vicepresidente senior dell'ingegneria dell'hardware, Dan Riccio. All'interno del Technology Development Group, Rockwell alla fine ha guidato un team di 1.000 ingegneri che lavoravano al progetto AR / VR.

La loro preferenza era per un design nome in codice N301, che doveva essere un sistema di gioco completo e realtà virtuale in un hub, con cuffie collegate. L'altra opzione, N421, sembra essere quella che è diventata il dispositivo Apple Glass.

Secondo quanto riferito, l'N301 era ultra-potente e nel 2018, quando Ive ha obiettato, le sue capacità di elaborazione allora inaudite indicavano che il dispositivo era troppo grande e produceva troppo calore per adattarsi a un dispositivo indossabile. Volevo che N301 fosse ridimensionato per adattarsi a un auricolare da solo e secondo Bloomberg ciò ha comportato un distacco che è durato per mesi.

Quel progetto originale N301 avrebbe avuto il suo App Store, che ora potrebbe o meno continuare nel prodotto di spedizione finale. Tuttavia, sembra che Apple Glass presenterà pesantemente Siri come Bloomberg riferisce che gli ingegneri di quel dipartimento sono stati riassegnati al team di Rockwell.

Mentre Apple ha optato per un'opzione meno potente di quanto Rockwell desiderasse, il suo prossimo prodotto Apple Glass dovrebbe ancora essere un successo a causa di ciò che gli analisti chiamano "vantaggio di progettazione" di Apple.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *