Il CEO di Apple Tim Cook promuove la responsabilità sociale nell'intervista

L'intera intervista pre-WWDC con il CEO di Apple, Tim Cook, è andata in onda, con il capo aziendale che offre pochi indizi su cosa aspettarsi, oltre a discutere della necessità per il produttore di iPhone di essere socialmente consapevole, l'impatto di COVID-19 e i pagamenti delle tasse .

A seguito di una presa in giro iniziale dell'intervista integrale a CBS domenica mattina sabato, il video di otto minuti di domenica con Tim Cook tratta alcune aree tematiche importanti e tempestive per l'azienda.

L'intervista inizia discutendo il futuro più immediato, con la presentazione del keynote di lunedì WWDC 2020. "Sono pieno di segreti ed è difficile non traboccare in questo momento. Ma mi sono allenato bene!" Cook ha scherzato nella configurazione dell'intervista conforme alla distanza sociale.

[Embed] https://www.youtube.com/watch?v=2IwMM_VStsU [/ embed]

Spiegando brevemente che WWDC è vantaggioso sia per i consumatori che per gli sviluppatori, Cook suggerisce come trarre vantaggio dall'evento. "Se sei qualcuno come me che fa un passo indietro e guarda tutto, vedi l'intersezione tra tecnologia e arti liberali, e ti fa davvero cantare il cuore."

Passando alle enormi dimensioni di Apple e alla sua capitalizzazione di mercato di $ 1,4 trilioni di dollari, a Cook è stato chiesto quale fosse il ruolo del CEO in un'azienda su larga scala socialmente responsabile. Cook ammette di non abbonarsi mai all'idea di un CEO che si concentri solo sui profitti e invece guardi verso i "collegi elettorali".

Responsabilità sociale

Sull'argomento delicato dell'incidente di George Floyd, che è stato catturato da una fotocamera per smartphone e portato a proteste globali, a Cook viene chiesto se riflettesse sul ruolo che l'iPhone ha giocato nella capacità dei cittadini di registrare momenti storici del genere.

"Ne siamo umiliati", ha iniziato Cook, sottolineando come "alcuni dei più drammatici cambiamenti della società si sono verificati perché qualcuno ha catturato video", come ad esempio con eventi a Birmingham e Selma. "La cosa che è cambiata, e ne siamo molto orgogliosi, è che mettiamo una macchina fotografica in tasca", ha continuato, "e quindi diventa molto più dura come società, credo, per convincersi che non è successo, o che è successo in un modo diverso o qualunque cosa possa essere ".

Passando all'educazione di Cook a Robertsdale, in Alabama, parla della sua prima esperienza con il razzismo, che ricorda "come se fosse ieri". Vedeva le porte contrassegnate come "solo bianchi" e non riusciva a capire "come le persone potevano convincersi che era giusto".

"Credo, ottimisticamente, che sia uno di quei momenti in cui potremmo compiere progressi significativi", ha continuato Cook. "Per così tante cose sembra che ci siano progressi così lenti, e poi all'improvviso, c'è un salto da gigante." Quando gli viene chiesto se vuole aumentare il salto, Cook accetta di affermare "Esatto".

Parlando della recente decisione della Corte Suprema che afferma che non dovrebbe esserci alcuna discriminazione nei confronti delle persone in base al loro genere o orientamento, Cook ammette di essere "incredibilmente grato per la loro opinione" e applaude i giudici "che si sono alzati in piedi e lo hanno fatto".

Anche le discussioni di Cook con il presidente Donald Trump sono state sollevate e sono state rivelate sabato come parte della promozione per l'intervista.

Tasse e COVID-19

Quando l'intervistatore ha sollevato la necessità della responsabilità sociale e del dovere fiduciario di Cook per Apple di pagare il minor numero possibile di tasse, Cook offre la solita risposta di "la nostra responsabilità è di pagare ciò che dobbiamo, semplicemente chiaro".

Premuto ulteriormente, con il suggerimento che il pagamento di ciò che è dovuto è lo standard, a Cook viene chiesto se esiste un modo in cui opera la proposta di valore in relazione al pagamento delle tasse. Cook risponde affermando "facciamo molto di più che pagare le tasse".

"Abbiamo capovolto la società per aiutare il mondo con COVID e abbiamo donato tutto ciò, centinaia di milioni di dollari", consiglia Cook. "E quindi, penso che la mia opinione sia che tu paghi ciò che devi in ​​tasse e poi restituisci alla società. E Apple lo sta chiaramente facendo."

L'effetto di COVID-19 sulla vita lavorativa è diventato la più grande sfida di Cook al momento, in quanto molti dipendenti lavorano da casa invece di lavorare all'Apple Park. "La cosa di cui mi preoccupo che ci mancherà è la serendipità su cui tutti contiamo. E per questo motivo non posso aspettare fino a quando non saremo di nuovo tutti insieme", ammette Cook.

Nell'affrontare il virus e i problemi che solleva, a Cook viene chiesto com'è gestire prodotti e dipendenti in un mondo così incerto. Sottolineando che alle persone generalmente non piace l'incertezza "come regola generale", Cook suggerisce di conoscere "pochissime persone che prosperano sull'incertezza" e che cercano di rendere le cose più certe stimando dove stanno andando le cose.

"E abbiamo fatto tutte queste cose, direi," conclude Cook. "Ma la cosa più importante per noi è che l'abbiamo vista come una sfida da superare."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *