Recensione Apple TV +: "Papà" dà uno sguardo disuguale alla paternità

Il nuovo film "Dads", diretto da Bryce Dallas Howard, racconta alcune avvincenti storie di vita reale sulla paternità, intrappolate con le celebrità.

Giusto in tempo per la festa del papà, Apple TV + sta debuttando un nuovo documentario, chiamato semplicemente Dads, che dà un'occhiata a cosa significa essere padre nel 21 ° secolo. Il film affronta la dicotomia dei papà moderni facendo di più e trascorrendo più tempo con i loro figli rispetto ai padri di altre generazioni, rivendicando allo stesso tempo più credito di quanto forse dovrebbero.

Mentre Howard aveva precedentemente diretto un episodio di Disney + Il mandaloriano, Dads è il suo primo film da regista. Apple ha acquisito il film nell'autunno del 2019, dopo che è stato presentato in anteprima al Toronto International Film Festival, e dopo una breve corsa al festival cinematografico virtuale AFI Docs, arriva su Apple TV + 19 giugno.

Per Il Los Angeles Times, Dads è stato prodotto con una fonte di finanziamento piuttosto non tradizionale. Unilever, il produttore del marchio di sapone Dove Men + Care è il finanziatore del progetto, come Dads viene rilasciato insieme a una campagna pubblicitaria per la festa del papà da quel marchio. Tuttavia, il film non sembra in alcun modo come uno spot pubblicitario per Dove.

Mio padre

Il regista Bryce Dallas Howard sul set di

Il regista Bryce Dallas Howard sul set di "Dads", presentato in anteprima mondiale il 19 giugno su Apple TV +.

Dads è, in un certo senso, tre film diversi, e taglia avanti e indietro tra loro. Uno riguarda un gruppo di non famosi papà di tutti i giorni che raccontano le storie delle loro esperienze di paternità. Il secondo è la saga multi-generazione dei padri nella famiglia di Howard, mentre il terzo è un gruppo di celebrità famose che condividono i loro pensieri sull'essere papà.

I segmenti con i padri non famosi sono i più illuminanti, compresi gli uomini che affermano di avere buoni esempi dai propri padri e altri con modelli di ruolo meno positivi. Il più notevole è un segmento su una coppia gay che ha allevato diversi orfani, mentre sentiamo anche i padri di altre parti del mondo, come il Brasile e il Giappone.

Rob Scheer, Reece Scheer e i loro figli

Rob Scheer, Reece Scheer e i loro figli in "Dads", in anteprima mondiale il 19 giugno su Apple TV +.

Quei segmenti di celebrità sono di gran lunga i più deboli. Apple TV + ha venerato troppo le celebrità nei suoi progetti di saggistica, in particolare nel recente caro, che sta coltivando la partecipazione di talenti di grande nome, pur non consentendo necessariamente a quel talento di fare qualcosa di sorprendente o interessante.

Nel Dads, che include alcuni A-lister, tra cui Will Smith, Jimmy Fallon, Jimmy Kimmel, Conan O'Brien, Judd Apatow, Kenan Thompson, Hasan Minhaj, Patton Oswalt, Neil Patrick Harris e Ken Jeong, sebbene nessuno di loro abbia qualcosa di particolarmente interessante da dire. Il che è particolarmente deludente, dal momento che alcuni di loro, in particolare Oswalt e Kimmel, hanno fornito materiale fantastico sulla paternità in altri punti della loro carriera.

La famiglia di Howard

Reed Howard e sua figlia

Reed Howard e figlia in "Dads", in anteprima mondiale il 19 giugno su Apple TV +.

Il materiale con la famiglia Howard è molto meglio. Il padre del regista, ovviamente, è il noto attore e regista Ron Howard, che racconta alcune storie interessanti di tutta la sua carriera, mentre si lamenta che la sua intensa carriera ha significato che non era sempre in giro per i suoi figli come avrebbe dovuto essere .

Ron ha alcune affascinanti riflessioni su come il suo rapporto televisivo con Andy Griffith abbia informato le opinioni culturali sulla paternità. Ci sono anche film per la casa della famiglia Howard – che iniziano con i filmati del giorno della nascita del regista – anche se è difficile ascoltare Ron Howard che racconta i filmati della famiglia senza pensare a Sviluppo arrestato.

Abbiamo anche notizie del fratello Reed di Bryce Dallas Howard, girato in un momento in cui stava fissando lui stesso la paternità imminente. Quel segmento rivela una verità che è stata lasciata fuori dalla maggior parte dell'intrattenimento sulla paternità: è davvero molto difficile installare correttamente i seggiolini per auto.

È incluso anche il padre vestito da cowboy di Ron Howard, Rance, anch'egli attore, che dimostra una fantastica testa parlante nelle interviste girate prima della sua morte nel 2017.

Papà di oggi

Durante tutto, sentiamo molto su quanto la paternità è cambiata nelle ultime due generazioni e come l'attuale generazione di papà è molto più coinvolta nella vita dei loro figli rispetto agli uomini di decenni fa. Inoltre, alcune mamme probabilmente guarderanno questo e si chiederanno perché i padri ottengano così tanto credito e dove sia il loro documentario.

Nonostante non sia uscito molto dalla lista A a parte i nomi per attirare le persone al documentario, Dads è soprattutto uno sforzo dolce e vincente sulla paternità, ieri e oggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *