Apple riporta il personale essenziale negli uffici come parte del ritorno graduale al lavoro

Apple sta pianificando di riportare i dipendenti aziendali a lavorare seguendo le procedure di mitigazione COVID-19, con alcuni membri del personale essenziale che stanno già tornando in ufficio in alcune regioni del mondo, secondo un rapporto di martedì.

Citando le persone che hanno familiarità con i piani di Apple, Bloomberg riferisce che la società intende restituire il personale al lavoro in ufficio nei prossimi "pochi mesi".

Inizialmente, coloro che non sono in grado di lavorare in remoto o che hanno problemi a lavorare da casa verranno riportati agli uffici Apple nella prima fase di un programma multifase. La prima fase prevede che i dipendenti lavorino dall'ufficio "regolarmente" o per determinati periodi non specificati. Il personale coinvolto nello sviluppo dell'hardware sarà probabilmente tra i primi a fare un ritorno, poiché tali progetti sono stati chiusi durante l'epidemia di coronavirus, secondo il rapporto.

Una seconda fase, che inizierà a luglio, vedrà una parte maggiore della forza lavoro di Apple nelle strutture aziendali, sebbene il processo sia caratterizzato da fluidi a causa delle diverse linee guida locali sulla quarantena.

A un numero selezionato di dipendenti è stato permesso di continuare il lavoro mission-critical negli uffici Apple. Tali ruoli includono gestori di data center, ingegneri del software, dipendenti di Apple Store online e tester hardware, afferma il rapporto.

L'iniziativa sul lavoro è già in corso a livello globale, con i dirigenti che attualmente informano i dipendenti su dove si trovano nel processo.

Ad aprile, il CEO di Apple Tim Cook ha detto ai dipendenti che i piani dell'azienda per tornare alla normalità sarebbero stati realizzati in più fasi. Sebbene non sia stata offerta una linea temporale specifica, Cook ha affermato che speciali soluzioni come il distanziamento sociale e i controlli di temperatura sarebbero probabilmente implementate per contrastare la potenziale diffusione del virus. Il test del coronavirus potrebbe anche essere una possibilità.

Apple sta inoltre facilitando una riapertura sfalsata degli Apple Store in tutto il mondo. All'inizio di maggio, Apple ha aperto le porte al suo outlet in Austria, seguito da negozi selezionati in Germania e negli Stati Uniti questa settimana. Più di recente, la società ha dichiarato che le sue sedi in Svizzera sarebbero state riaperte oggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *