Federal Circuit concede a Apple una vittoria nella lunga causa in materia di brevetti DRM


Di Mike Peterson
Lunedì 11 maggio 2020, 11:56 PT (14:56 ET)

Il Circuito Federale ha consegnato ad Apple una vittoria lunedì affermando una precedente decisione sulla sperimentazione brevettuale e sulla commissione di ricorso di riesaminare un brevetto in una lunga serie di cause in materia di brevetti DRM.

La causa originale era incentrata sulla tecnologia di gestione dei diritti digitali, come quella utilizzata in iTunes.

La causa originale era incentrata sulla tecnologia di gestione dei diritti digitali, come quella utilizzata in iTunes.

In particolare, la proprietà intellettuale in questione era un gruppo di brevetti di gestione dei diritti digitali di proprietà di ContentGuard, che erano al centro di una causa di brevetto riscossa presso Apple e altri giganti della tecnologia nel 2013 su accuse secondo cui le società utilizzavano l'IP nelle loro piattaforme di distribuzione dei contenuti. Apple ha vinto la sua causa nel 2015.

La saga non si è conclusa qui, con giganti della tecnologia come Apple e Google che continuano a cercare l'annullamento tramite revisioni CBM dei brevetti DRM di ContentGuard. Una di queste recensioni è stata istituita dal PTAB nel 2016 e ha scoperto che uno dei brevetti di ContentGuard era effettivamente non brevettabile. Tale decisione è stata infine lasciata libera dalla Corte d'appello degli Stati Uniti per il Circuito federale nel 2018.

Sebbene quella decisione non sia stata annullata, è stata restituita al PTAB e rinviata per un riesame. Nel 2019, Apple e Google hanno presentato ricorso al Circuito federale chiedendo alla corte di confermare la decisione del PTAB che il brevetto era rivedibile in base a una revisione del metodo commerciale coperto.

Le due società hanno sostenuto che una recente decisione della Corte suprema, "Thryv, Inc. v. Click-To-Call Technologies, LP", ha reso inappellabili le sentenze del PTAB in determinate circostanze. ContentGuard ha presentato ricorso contro tale decisione, affermando che "Thryv" non si applicava in questo caso.

Lunedì, il Circuito Federale ha confermato la decisione del PTAB, che Apple e Google hanno sostenuto a favore. Ciò consentirà di riesaminare l'ammissibilità del brevetto DRM in questione.

Questa non è la prima volta che la decisione "Thryv" è stata citata in una causa Apple. All'inizio di maggio, Apple ha ritirato un ricorso per un caso di violazione del brevetto hotspot Wi-Fi a causa della sentenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *