Apple rinnova gli sforzi per indurre gli autori a pubblicare con Apple Books

Otto anni dopo aver rilasciato gli strumenti per realizzare quelli che allora venivano chiamati iBooks, Apple ha lanciato Apple Books for Authors, un nuovo sforzo per far pubblicare gli scrittori sulla sua piattaforma.

Gli autori Dani Shapiro (a sinistra) e Walter Mosley (a destra) sono tra gli scrittori che danno (un po ') consigli

Gli autori Dani Shapiro (a sinistra) e Walter Mosley (a destra) sono tra gli scrittori che danno (un po ') consigli

Quando stava cercando di creare l'iPad, e prima che perdesse ingiustamente una causa da 450 milioni di dollari per presunta correzione dei prezzi dei libri, Apple sperava di diventare il primo servizio di e-book. Aveva anche molto dalla sua parte, a cominciare da come Apple iBooks sembrava semplicemente migliore dei titoli Kindle di Amazon.

Sfortunatamente, Amazon ha avuto un grande vantaggio. Quando Apple ha annunciato il suo servizio iBooks insieme all'iPad nel gennaio 2010, Kindle era già in circolazione da tre anni.

Kindle era già diventato l'aspirapolvere degli aspirapolvere, o il Biro delle penne. Più persone hanno parlato della lettura sul loro Kindle di quanto non abbiano fatto per l'acquisto di e-book.

Quindi produrre libri per Kindle era ragionevolmente semplice – ragionevole – sia che tu fossi un editore affermato o un singolo autore. Anche se c'era ed è molto di più, in generale se puoi produrre un PDF del tuo libro, puoi pubblicarlo.

Ciò ha reso e continua a rendere più veloce la produzione di libri Kindle, ma significa anche che la piattaforma di Amazon è di base. Apple ha deciso di reinventare l'esperienza dell'e-book, iniziando con i lettori, ma poi nel 2012 anche con gli autori.

A sinistra: Apple Books su iPad. A destra: Kindle su iPad.

A sinistra: Apple Books su iPad. A destra: Kindle su iPad.

L'ultima volta che Apple ha cercato di attirare gli autori

Originariamente chiamata iBooks Author, l'app di Apple era in grado di produrre PDF per Kindle, ma era davvero pronta a creare splendidi libri per la propria piattaforma. La capacità dell'app di offrire agli autori tutto, dai migliori controlli tipografici, all'incorporamento di video, è stata superba. Ha davvero lasciato Kindle nella polvere.

Tranne che era anche buggy. Anche se Apple aveva impiegato due anni per rilasciare l'app, gli autori hanno ripetutamente scoperto che si sarebbe schiantato. Se hai aggiunto troppi video, se hai utilizzato troppe funzionalità, iBooks Author scricchiolerebbe e non funzionerebbe.

Senza dubbio, questo strumento è stato migliorato nel corso degli anni, ma sfortunatamente poche persone lo avranno notato perché non ce ne sono stati molti. L'abilità artistica e le capacità di Apple iBooks sono state battute dalla pura ubiquità di Kindle.

Apple non rilascia alcuna cifra, quindi non è nemmeno possibile indovinare realisticamente quanti libri ci sono sul servizio rispetto a Kindle. Ma aneddoticamente, è stato a lungo vero che se si desidera un titolo particolare, è certo che si trova su Kindle, e forse anche su Apple Books.

Se sei un autore, potresti comunque leggere quelli che ora vengono chiamati Apple Books e apprezzare che abbiano un aspetto migliore. È così raro impegnarsi a creare libri esclusivamente per l'Apple Books Store che l'app di Apple è quasi dimenticata.

L'iBooks Author di Apple vive ancora

È molto ingiusto, ma anche oggi quando Apple lancia Apple Books for Authors, il suo rinnovato impegno per attrarre gli autori non significa che abbia migliorato i suoi strumenti software. Purtroppo, l'app si chiama ancora iBooks Author.

Ecco come appare oggi l'app iBooks Author di Apple, e anche quando è stata lanciata nel 2012.

Ecco come appare oggi l'app iBooks Author di Apple, e anche quando è stata lanciata nel 2012.

È stato aggiornato da quando Apple ha ribattezzato il servizio da iBooks a solo Libri nel 2018, ma non è così evidente. L'iBooks Author di Apple è attualmente sulla versione 2.6.1 e quell'aggiornamento è arrivato un anno fa.

La versione precedente, 2.6, è stata due anni fa, e 2.5 è stata tre anni fa. Non è nemmeno uno di questi aggiornamenti significativi, quindi questo non è lo strumento all'avanguardia che era originariamente.

Quello che Apple sta facendo con la sua nuova iniziativa Apple Books for Authors riguarda solo in parte gli strumenti per farlo. Accanto al proprio strumento di creazione, Apple sta ora promuovendo Pages come il luogo in cui "creare libri straordinari", e anche Microsoft Word.

Apple menziona alternative, come la sua app Notes, ma anche significativamente Scrivener di terze parti. È uno strumento avvincente per gli scrittori, sia per come ti aiuta a gestire la scrittura di libri di grandi dimensioni, sia così bello, così popolare, che sembrerebbe strano se Apple non lo avesse menzionato.

Sembra altrettanto strano che la nuova promozione non menzioni Vellum. Vellum è un'app e un servizio dal design accattivante per la creazione di e-book e titoli di stampa, realizzati da ex designer Apple.

Apple offre consigli

Gli strumenti citati da Apple sono una parte molto piccola della nuova offerta di Apple Books for Authors. Sono una nota a piè di pagina in una sezione chiamata "Scrivi il tuo libro", che si concentra molto di più sulla ricerca dell'ispirazione.

Questa sezione è come Apple che immerge un dito del piede nel formato Masterclass. Autori affermati, come Dani Shapiro e Walter Mosley, parlano direttamente con la fotocamera dei problemi legati alla scrittura.

Sono ben realizzati, ben fatti e gli autori sono interessanti. Ma dove Masterclass ha, per esempio, Aaron Sorkin a parlare per circa tre ore, ciascuno dei pochi video di Apple Books for Authors finora dura due minuti.

Dove Apple Books for Authors fa molto meglio è nei dettagli di ciò che accade dopo aver scritto. Ha sezioni su come preparare il tuo libro per la pubblicazione, quindi per pubblicarlo, e anche cosa succede in seguito con marketing, vendite e rapporti.

Maggie Tokuda-Hall è attualmente uno dei quattro autori a dare consigli sul nuovo servizio

Maggie Tokuda-Hall è attualmente uno dei quattro autori a dare consigli sul nuovo servizio

È vero che pubblicare su Kindle è facile, ma non è vero che è immediatamente ovvio come farlo. Ci sono molti passaggi e la maggior parte dei singoli autori che pubblicano su di esso ci arrivano attraverso ripetuti tentativi ed errori, e molte discussioni sui forum di supporto di Amazon.

Apple, al confronto, ora fornisce molte informazioni su ogni fase del processo. È tutto scritto in uno stile Apple generalmente comprensibile e presenta video per le parti più graffianti come lavorare con il servizio iTunes Connect per la pubblicazione.

Dove vince Apple Books

Il nuovo servizio di Apple è pesante con consigli utili, ma non lesina sulla promozione di se stesso. In circa l'unico riferimento diretto a Kindle, Apple ha una tabella che elenca tutti i motivi per cui è meglio.

È uno di quei tavoli che ha molte categorie, con segni di spunta per Apple e, ovviamente, croci per Kindle. Questo è inclinato verso Apple, naturalmente, ma i suoi punti sono giusti.

Ad esempio, sottolinea che Apple non addebita autori o editori per la consegna di e-book ai lettori. Questo è sempre stato un po 'una sciocchezza che fa Kindle, e risale ai primi giorni in cui Amazon ha trovato il modo di addebitare per la trasmissione di un libro sul tuo dispositivo hardware Kindle.

Quindi, con quello che potrebbe essere un cenno della mascella serrata alla vecchia causa legale, Apple Books for Authors afferma che non corrisponde al prezzo e che Kindle lo fa.

Apple Books for Authors funzionerà?

Apple Books for Authors potrebbe fare con più video d'autore, dato che quelli finora sono abbastanza brevi da sembrare poco significativi. Apple potrebbe fare con un importante rinnovamento di iBooks Author, o forse potrebbe semplicemente lasciarlo cadere completamente e concentrarsi su Pages.

A parte questo, ciò che la nuova promozione porta è proprio questo: promozione. È una forte pubblicità per Apple Books e offre consigli e informazioni davvero utili.

In questo momento sembra un secondo tentativo audace, anche se forse infruttuoso, di prendere su Kindle.

I tempi sono cambiati. Gli ebook non stanno più uccidendo i titoli di stampa, almeno non in modo così schiacciante. L'Apple del 2020 non è la stessa dell'Apple del 2010 in termini di quante persone – e quali segmenti di mercato – usano le sue apparecchiature.

Se Apple scommette sul fatto che ci sono così tante altre persone che usano Mac e iOS che può provare a spingere di nuovo i suoi strumenti e servizi di creazione, potrebbe essere giusto. Potrebbe essere che questa volta Apple Books non debba battere Kindle, ma solo fornire un negozio di libri abbastanza grande da valere la pena che gli autori ci lavorino.

Resta al passo con AppleInsider scaricando l'app AppleInsider per iOS e seguici su YouTube, Twitter @appleinsider e Facebook per una copertura in tempo reale e all'avanguardia. Puoi anche controllare il nostro account Instagram ufficiale per foto esclusive.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *