Il CEO di Qualcomm promuove il miglioramento delle relazioni con Apple dopo un'aspra controversia legale


A cura dello staff di AppleInsider
Giovedì 07 maggio 2020, 19:12 PT (22:12 ET)

Steve Mollenkopf, CEO di Qualcomm, in un'intervista di giovedì, ha dichiarato che il rapporto del chipmaker con Apple è notevolmente migliorato da quando le due società hanno concluso un'aspra battaglia legale su licenze di brevetti e royalties nel 2019.

Il CEO di Qualcomm promuove il miglioramento delle relazioni con Apple dopo un'aspra controversia legaleIl CEO di Qualcomm promuove il miglioramento delle relazioni con Apple dopo un'aspra controversia legale

Steve Mollenkopf, CEO di Qualcomm.

Mollenkopf in un'intervista a Bloomberg David Rubenstein ha fatto le menzioni più brevi riguardo a un allentamento delle tensioni tra la sua azienda e Apple.

Alla domanda se i due siano "buoni partner" a seguito di una mischia a livello mondiale, Mollenkopf ha dichiarato: "Lo siamo".

"La discussione riguarda davvero i prodotti e come possiamo lanciarli il più rapidamente possibile. Adesso è molto più naturale", ha aggiunto.

Le due società tecnologiche per due anni hanno combattuto una battaglia molto pubblica su tattiche di licenza di brevetti, royalties IP, produzione e pratiche commerciali "abusive". Apple ha lanciato la prima pietra nel 2017, sostenendo che Qualcomm si impegna in estorsioni, pratiche monopolistiche, scrupoli dei prezzi e la cosiddetta "doppia immersione" sui diritti di brevetto dei produttori a contratto.

Qualcomm ha risposto alle domande riconvenzionali, comprese le accuse secondo cui il produttore di iPhone ha sottratto segreti commerciali, per innescare una litania di denunce avanti e indietro presentate in tribunali e agenzie regolatorie del governo di tutto il mondo.

Apple e Qualcomm alla fine si sono concluse in via stragiudiziale nell'aprile 2019 il giorno in cui è stato avviato un primo processo di licenza di brevetto. Tutti i casi sono stati eliminati come parte dell'accordo, con Apple che ha stipulato un contratto di licenza di sei anni e un accordo di fornitura di chipset pluriennale con il chipmaker.

Come oggi Mollenkopf, il CEO di Apple Tim Cook ha dato un tono ottimista quando ha commentato l'accordo l'anno scorso.

"Siamo lieti di lasciarci alle spalle il contenzioso e tutti i contenziosi in tutto il mondo sono stati archiviati ed è risolto", ha dichiarato Cook in quel momento. "Siamo molto felici di avere un contratto di fornitura pluriennale e siamo contenti di avere un accordo di licenza diretta con Qualcomm che so essere stato importante per entrambe le società e quindi siamo contenti della risoluzione".

Da parte sua, Qualcomm ha sostenuto che la causa di Apple riguardava essenzialmente il raggiungimento di un accordo di licenza migliore per modem e componenti modem. Tali affermazioni sono state parzialmente confermate in tribunale quando i documenti hanno rivelato che Apple stava esplorando modi per "ferire finanziariamente Qualcomm" almeno dal 2014, nel tentativo di ridurre i pagamenti delle royalty.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *