I guanti intelligenti con rilevazione di movimento e tocco potrebbero controllare il tuo Mac futuro

Apple sta esplorando i modi per creare abbigliamento elegante, come guanti e altri oggetti indossabili, creando modi per gli utenti di interagire con i dispositivi toccando o spostando abiti e accessori.

I guanti intelligenti erano un'interfaccia famosa nel film "Rapporto sulle minoranze"

I guanti intelligenti erano un'interfaccia famosa nel film "Rapporto sulle minoranze"

Finora, Apple ha avuto successo con i suoi dispositivi indossabili, con i suoi AirPods e Apple Watch che hanno generato vendite elevate per l'azienda. Per creare prodotti più indossabili, Apple deve escogitare modi per inserire i dispositivi indossabili nella vita di tutti i giorni e un modo per ottenere ciò è rendere i vestiti intelligenti.

In una coppia di brevetti concessi dall'Ufficio brevetti e marchi degli Stati Uniti martedì, Apple sta esaminando due diversi concetti al problema, ognuno dei quali consente agli utenti di esercitare il controllo su un sistema in modi leggermente diversi.

Il primo brevetto, "Articoli con attuatori a filo", Apple suggerisce l'uso di attuatori all'interno degli indumenti per fornire un certo livello di feedback tattile all'utente. In un esempio del brevetto, Apple propone che un attuatore possa essere impiegato per vibrare quando un utente preme un "tasto" su una tastiera ricoperta di tessuto, fornendo un livello di feedback fisico per confermare la pressione di un pulsante.

Apple solleva il punto che un attuatore potrebbe essere "troppo ingombrante" o consumare energia per essere utilizzato o potrebbe non essere "compatibile con le strutture utilizzate per formare un elemento di interesse". In breve, Apple vuole rendere gli attuatori e gli elementi collegati il ​​più piccoli o il più semplici possibile, per minimizzare il loro aspetto per l'utente.

Gli attuatori potrebbero essere collegati in modo tale da avere un filo conduttore di materiale, che può essere utilizzato per alterare lo stato dell'attuatore tra le posizioni. Il filo può essere collegato a fili conduttivi all'interno del tessuto a un sistema di controllo principale.

Un esempio di un filo conduttore che controlla un braccio mobile secondario per sostenere un bottone di tessuto

Un esempio di un filo conduttore che controlla un braccio mobile secondario per sostenere un bottone di tessuto

In alcuni esempi, l'applicazione di corrente al filo conduttivo potrebbe far sì che generi calore e ne permetta l'espansione o che la corrente venga rimossa per raffreddarsi e contrarsi. Modificando la lunghezza del filo in questo metodo, questo può essere usato per influenzare altri elementi ad esso collegati.

Ad esempio, un filo potrebbe essere collegato a un elemento mobile che può forzare gli elementi a spostarsi. Questo potrebbe essere usato per creare un "pulsante" pop-out che l'utente può premere nel tessuto, uno che potrebbe appiattirsi una volta che la corrente è stata disattivata.

L'attuatore potrebbe anche essere accoppiato con vari interruttori e sensori, che potrebbero essere utilizzati per applicare corrente ai fili conduttivi.

Anche gli attuatori basati su campo magnetico sono un'opzione, in cui i fili conduttivi potrebbero essere trasformati in un cilindro non circolare. Essendo di forma ovale, l'attuale applicazione potrebbe tirare il cilindro in una forma circolare, con il cambiamento che serve ancora come uscita tattica.

Il brevetto elenca i suoi inventori come John S. Camp, Robert L. Coish, Kyle J. Nekimken, John A., Porcella e Michael A. Damianakis.

Guanti intelligenti

Un secondo brevetto chiamato "Interfaccia utente interattiva indossabile" è più semplice nella sua applicazione, con in gran parte centrato su come usare guanti o elementi simili per monitorare gli input dalle mani di una persona. Sebbene il brevetto parli di come l'idea possa funzionare in senso generale, si riferisce molto ai guanti e alle mani, indicando che il suo uso principale è in quell'area.

Il brevetto parla di come possono esserci più regioni di rilevamento su una mano umana, ad esempio, come il palmo della mano, la punta delle dita o l'estensione del dito stesso. Impiegando sensori sulla punta delle dita o altri in grado di rilevare se un dito è stato piegato o raddrizzato, questi ingressi potrebbero essere utilizzati per controllare un altro dispositivo, ad esempio una scena AR all'interno di un'app.

Questi sensori potrebbero includere l'uso di un accelerometro, girometro, array capacitivo, superfici sensibili al tocco, interruttori basati sulla deformazione e sensori di forza. Questi possono essere utilizzati per ogni dito in concerto, fornendo più input per un sistema a cui monitorare e reagire, a seconda dell'applicazione.

Un gesto avvincente potrebbe potenzialmente selezionare file o cartelle in un'interazione a mani libere con il Mac

Un gesto avvincente potrebbe potenzialmente selezionare file o cartelle in un'interazione a mani libere con il Mac

Inoltre, rilevando la posizione e il movimento della mano, nonché la vicinanza delle punte delle dita al palmo e all'altro, i gesti possono anche essere impiegati sul dispositivo controllabile. Apple propone in un set di immagini che un movimento della mano possa essere utilizzato per selezionare una cartella da un elenco, con un movimento avvincente per confermare una selezione, mentre tenere una mano in una presa a forma di topo simile a un mouse e spostarla potrebbe offrire un'interazione simile a muovendo un topo fisico.

Si suggerisce inoltre ai guanti previsti di includere sistemi di feedback tattili, che possono includere elementi di irrigidimento influenzati da forze magnetiche o variazioni di temperatura o persino vesciche flessibili. Ciò darebbe agli utenti una risposta fisica, come la resistenza quando "afferrano" un file o una cartella su un dispositivo controllato.

Parte del brevetto discute anche su come il guanto dovrebbe aderire a chi lo indossa, poiché uno spostamento del capo eliminerebbe i tentativi di rilevare le cifre e il palmo dell'utente poiché le loro posizioni relative saranno cambiate. Si suggerisce di utilizzare nuovamente la vescica, nonché parti della creazione del capo che potrebbero "esercitare una forza di aspirazione sull'utilizzatore".

Gli autori del brevetto sono identificati come Paul X. Wang, Zheng Gao, Reza Nasiri Mahalati e Ray L. Chang.

Il tessuto intelligente è al centro della ricerca Apple

Apple presenta numerose domande di brevetto su base settimanale, ma mentre l'esistenza di un deposito suggerisce aree di interesse per gli sforzi di ricerca e sviluppo di Apple, non garantiscono che i concetti appaiano in un prodotto o servizio futuro.

Ci sono state diverse occasioni in cui Apple ha esplorato opzioni di abbigliamento intelligenti e guanti in particolare. A gennaio 2019, un brevetto riguardava "dispositivi a base di tessuto con rilevamento della forza", con particolare attenzione ai guanti, mentre aprile 2019 portava con sé un concetto simile in un'altra domanda di brevetto.

Un altro deposito del 2019 ha avuto Apple che utilizzava elementi in un design a guanto aperto per stringere leggermente i lati delle dita di un utente per estendere il touchpad verso il basso, per aumentare il feedback quando si digita su una superficie che non offre messaggistica tattile, come un display per tablet.

Nel febbraio 2020, Apple ha proposto sistemi per regolare la resistenza di un pezzo di tessuto in punti specifici e l'uso di cupole di tessuto e fili conduttivi per creare interruttori nei vestiti. I fili conduttivi sono inoltre comparsi ripetutamente nei brevetti, principalmente per collegare insieme i componenti installati su un pannello di tessuto, senza che siano visibili cavi di distrazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *