Apple Watch Series 6 potrebbe aggiungere monitoraggio dell'ansia e monitoraggio del sonno


Di William Gallagher
Venerdì 1 maggio 2020, 05:44 PT (08:44 ET)

Una nuova perdita afferma che l'Apple Watch Series 6 aggiungerà funzionalità di salute mentale, una maggiore durata della batteria e un'espansione dei sensori esistenti in modo che il dispositivo possa misurare l'ossigenazione del sangue.

Apple Watch Series 5 attuale di Apple

L'attuale Apple Watch Series 5 di Apple

Si dice che il prossimo aggiornamento di Apple per Apple Watch, presumibilmente chiamato Serie 6, ora includa funzionalità che riguardano il monitoraggio degli utenti per problemi di salute mentale, inclusa l'ansia. Utente di Twitter Nikias Molina non ha tracce precedenti conosciute nelle informazioni di Apple, ma ora ha dettagli che sono stati confermati in maniera tersa dal prolifico leaker Jon Prosser.

Molina afferma che l'Apple Watch Series 6 conterrà un monitoraggio del sonno a lungo detto, oltre a una serie precedentemente sconosciuta di rilevamento di anomalie della salute mentale. Questi saranno in parte un'estensione dell'attuale monitoraggio della frequenza cardiaca e cercheranno segni di ansia insolita negli utenti.

Alla domanda su questo, oltre all'affermazione di Molina secondo cui la Serie 6 presenterà una durata della batteria più lunga, un pulsossimetro e funzionerà su un chip S6, Jon Prosser ha twittato "Sì!" senza ulteriori dettagli. Molina afferma di avere più da seguire in un momento non specificato.

L'Apple Watch, così com'è, ha un sensore di frequenza cardiaca che è stato utilizzato come pulsossimetro in altri dispositivi di livello medico. La funzionalità non è abilitata in questo momento e richiederebbe l'approvazione della FDA per l'uso da parte dei consumatori come dispositivo di monitoraggio sanitario simile a quello che doveva ottenere per la tecnologia dell'elettrocardiogramma.

L'aggiunta del monitoraggio del sonno ad Apple Watch nel 2020 era già stata diffusa. L'aggiunta del monitoraggio del sonno richiederebbe una maggiore durata della batteria, poiché la maggior parte degli utenti attualmente carica il dispositivo durante la notte. In alternativa, un'implementazione a bassa potenza e il passaggio di Apple a una sorta di ricarica più veloce correlata al Qi rispetto a quella che utilizza attualmente potrebbe richiedere solo una ricarica rapida al mattino.

Tale monitoraggio potrebbe essere implementato come estensione della funzione Bedtime esistente introdotta in iOS 10.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *