Il personale Apple subisce battute d'arresto da lavoro a casa a causa di linee guida di sicurezza, divieti di viaggio

Mentre COVID-19 sta influenzando praticamente tutti i settori dell'industria tecnologica, un nuovo rapporto afferma che Apple sta vivendo alcune battute d'arresto uniche a causa della sua cultura del segreto e della mancanza di accesso agli strumenti di prototipazione e ai banchi di prova.

Il personale Apple subisce battute d'arresto da lavoro a casa a causa di linee guida di sicurezza, divieti di viaggio

Molti dipendenti di Apple Park lavorano da casa dall'inizio di marzo, prima che la Bay Area e lo stato della California eseguissero gli ordini di rifugio sul posto.

Il CEO Tim Cook ha iniziato a sollecitare i dipendenti a lavorare da casa ogni volta che è possibile all'inizio di marzo per aiutare a combattere la diffusione di COVID-19. Da allora, gli ordini governativi a domicilio lo hanno imposto e Apple ha anche chiuso tutte le sue sedi al dettaglio al di fuori della grande Cina e ha emesso ordini di lavoro a distanza globali.

Alcuni dei problemi che i dipendenti Apple remoti hanno dovuto affrontare sono stati discussi in precedenza, tra cui la velocità della rete e le linee guida di sicurezza confuse. Ora, un recente rapporto di L'informazione sta esaminando più da vicino alcune delle difficoltà che i dipendenti Apple stanno affrontando.

Le restrizioni di sicurezza e le più vaste culture segrete di Apple stanno causando alcuni dei problemi più grandi. Secondo fonti interne, la maggior parte della prototipazione hardware è stata bloccata, poiché le linee guida di Apple richiedono che tali processi vengano eseguiti in laboratori sicuri. Alcuni membri dello staff hanno fatto ricorso al disegno di diagrammi in aria, poiché hanno dovuto lasciare componenti sensibili in ufficio.

L'incapacità di utilizzare le apparecchiature per ufficio ha anche complicato i test di stress e caduta, nonché qualsiasi processo di prototipazione che richiede stampanti 3D o fresatrici. A causa dei problemi, Apple ha creato nuovi protocolli per portare a casa componenti del futuro hardware.

Tuttavia, Apple si affida in particolare alle riunioni faccia a faccia e al software interno per la condivisione di file e le comunicazioni L'informazione riferisce che la società ha allentato le restrizioni su piattaforme di terze parti come Box, Slack o i sistemi Cisco WebEx.

Alcuni dipendenti hanno avuto difficoltà a utilizzare le piattaforme consumer di Apple, come FaceTime o iMessage, perché non sono state progettate per usi aziendali. E mentre molti membri del personale non sono abituati alle videoconferenze con altri dipendenti, una delle principali difficoltà è la lentezza delle connessioni Internet. Una fonte, ad esempio, vive in un appartamento con altre quattro persone.

Apple ha preso provvedimenti per rendere più confortevole il lavoro a distanza, come fornire consigli ergonomici sulla scrivania e consentire ai dipendenti di pagare forniture e mobili per ufficio.

Le operazioni del colosso tecnologico Cupertino in Cina hanno sofferto allo stesso modo. Sebbene la catena di approvvigionamento di Apple si stia normalizzando e il Paese abbia ampiamente rallentato la diffusione del coronavirus, le restrizioni ai viaggi hanno costretto i dipendenti Apple a trovare modi creativi per lavorare con i propri partner.

Parte della risposta include un numero maggiore di comunicazioni avanti e indietro, comprese le foto, con i partner dell'assemblea cinese. Alcuni membri del personale Apple temono che ciò possa comportare perdite di prodotto e ritardi nelle risposte possono anche far deragliare le correzioni critiche dell'hardware o dei problemi della linea di fornitura.

Molti dei partner di fornitura di Apple sono abituati a svolgere un ruolo di supporto e i dipendenti con sede negli Stati Uniti che comunicano con loro in remoto hanno dovuto fare affidamento su foto a bassa risoluzione o sgranate per inviare istruzioni. Anche il processo di acquisizione delle immagini ha una serie di linee guida sulla sicurezza, con rigide restrizioni su chi può gestire le telecamere e quali computer vengono utilizzati per caricarle.

Alcuni dipendenti hanno anche detto L'informazione che sperano che Apple continuerà a consentire opzioni di lavoro flessibili e remote dopo COVID-19. Anche prima dello scoppio, alcuni membri del personale hanno "chiesto a gran voce" proprio quello.

Ma mentre la pandemia di coronavirus è stata senza dubbio un ostacolo per Apple, un dirigente di un fornitore Apple ha dichiarato che il gigante della tecnologia di Cupertino non sta mostrando alcun segno di rallentamento. Apple ha continuato a inviare un flusso costante di ordini, facendo eco a precedenti rapporti che suggeriscono che il ritmo di produzione non è diventato lento.

Ora Apple prevede di riaprire almeno alcuni punti vendita nella prima metà di aprile, secondo una nota interna. Il capo della vendita al dettaglio e delle persone Deirdre O'Brien ha anche aggiunto che la società avrebbe rivalutato le attuali politiche sul lavoro da casa su base settimanale dopo il 5 aprile, a seconda della posizione del personale. Non è chiaro come le nuove linee guida federali sulla distanza sociale fino alla fine di aprile si applicheranno ai piani di Apple.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *