Skip to content
Freedsound | Scaricare Musica Gratis da Youtube

Artista di reggaeton esordiente del 2020

La catena di approvvigionamento di Apple sente il pizzico di coronavirus, ma "iPhone 12" è sulla buona strada per il lancio in autunno

20 Marzo, 2020
La catena di approvvigionamento di Apple sente il pizzico di coronavirus, ma "iPhone 12" è sulla buona strada per il lancio in autunno

Di Mikey Campbell
Giovedì 19 marzo 2020, 18:54 PT (21:54 ET)

Sebbene i partner di fornitura di Apple in Cina siano ancora alle prese con le ricadute dello scoppio di COVID-19 che ha lasciato le fabbriche nella regione chiuse per settimane, l'importante ciclo di rilascio dell'iPhone del colosso tecnologico non ha ancora visto interruzioni significative dalla crisi in corso, secondo un rapporto su Giovedi.

La catena di approvvigionamento di Apple sente il pizzico di coronavirus, ma "iPhone 12" è sulla buona strada per il lancio in autunnoLa catena di approvvigionamento di Apple sente il pizzico di coronavirus, ma "iPhone 12" è sulla buona strada per il lancio in autunno

Citando fonti che hanno familiarità con la questione, Bloomberg riferisce che la lineup "iPhone 12" di prossima generazione di Apple, che dovrebbe includere un modello 5G, è in procinto di debuttare questo autunno.

Apple e i suoi fornitori sono in programma in parte perché la società in genere annuncia e rilascia nuovi iPhone di punta a settembre. La produzione di massa è prevista per maggio, garantendo agli assemblatori di hardware come Foxconn un buffer abbastanza ampio con cui gestire il virus.

Una parte significativa della catena di approvvigionamento di Apple è stata influenzata negativamente dal nuovo coronavirus, con impianti e uffici chiusi durante le vacanze di Capodanno cinese su mandato del governo.

Foxconn, responsabile di gran parte della produzione Apple, ha interrotto le operazioni all'inizio di febbraio e inizialmente programmato di riprendere la produzione il 10 febbraio. Le prospettive si sono rivelate ottimistiche, poiché il produttore del contratto prevedeva in seguito un ritorno al 50% della capacità a metà febbraio. All'inizio di marzo, Foxconn ha dichiarato che prevede di raggiungere il normale stato operativo entro la fine di marzo.

Come notato nel rapporto di oggi, il montaggio è solo un ingranaggio nella complessa macchina di produzione di Apple. Una persona che lavora nella catena di approvvigionamento del produttore dell'iPhone afferma che l'operazione non si sta muovendo a "velocità normale" a causa di scarse forniture di componenti. Ci vorrà almeno un mese prima che le parti integrali all'assemblaggio del dispositivo siano prontamente disponibili, afferma il rapporto. Non è stato chiarito se ciò includa componenti per i futuri iPhone.

La situazione COVID-19 non ha finora impedito ad Apple di andare avanti con i piani per il suo telefono di prossima generazione. Ad esempio, Apple ha potuto creare versioni di prova dei nuovi dispositivi durante le chiusure di fabbrica a febbraio.

Tuttavia, con una catena di approvvigionamento veramente mondiale, i piani di Apple per un lancio in autunno potrebbero essere minacciati da quarantene obbligatorie. I partner Apple in Malesia, in particolare i produttori di chip e circuiti stampati Murata Manufacturing Co., Renesas Electronics Corp. e Ibiden Co., hanno recentemente interrotto la produzione in quanto il governo ha richiesto un blocco di due settimane. Anche Micron, Texas Instruments e On Semiconductor hanno strutture nel paese.

Apple si affida anche a produttori di componenti chiave in Germania, Italia, Corea del Sud, Stati Uniti e Regno Unito.

Oltre all'approvvigionamento dei componenti, Apple deve inviare gli ingegneri alle fabbriche cinesi per facilitare i test sui prodotti finali e risolvere i problemi in sospeso prima dell'assemblaggio di massa.