Il personale Apple dell’ufficio di Culver City risulta positivo per COVID-19


Di Mike Peterson
Lunedì 16 marzo 2020, 11:19 PT (14:19 ET)

Un dipendente Apple in una sede chiave nel sud della California si è rivelato positivo per COVID-19, ha confermato la società lunedì.

Il personale Apple dell'ufficio di Culver City risulta positivo per COVID-19

L’ufficio di Apple a Culver City, in California, pensava di essere al centro delle attività televisive e cinematografiche dell’azienda.

Uno dei membri dello staff di Apple nella sua sede di Culver City, California, ha informato la società di essere risultati positivi al coronavirus. Il dipendente non ha avuto sintomi durante l’ultimo periodo in ufficio ed è attualmente auto-isolato, ha detto Apple.

La società ha confermato la diagnosi in una dichiarazione a Tabellone. La pubblicazione ha aggiunto che i dipendenti della sede sono stati avvisati via e-mail domenica, ma l’ufficio resta aperto.

Si ritiene che gli uffici di Apple a Culver City siano in gran parte correlati alle offerte di contenuti originali, in particolare Apple TV +, data la loro vicinanza a Hollywood. Più recentemente, le offerte di lavoro hanno suggerito che anche i lavori su Apple Maps potrebbero essere in corso lì.

Questo sembra essere il secondo impiegato Apple nell’area di Los Angeles ad aver contratto COVID-19. Venerdì, anche un addetto alla vendita al dettaglio Apple della sede di Santa Monica, in California, si è rivelato positivo per il virus.

Allo stesso modo, ci sono stati almeno tre casi confermati di coronavirus presso la principale struttura europea di Apple a Cork, in Irlanda.

La notizia segue le notizie dei dirigenti Tim Cook ed Eddy Cue che potrebbero essere stati esposti al COVID-19 durante una festa di compleanno di Palm Springs per Lucian Grainge, CEO di Universal Music. Da allora Grainge è stata ricoverata in ospedale a causa del romanzo Coronavirus del 2019.

Apple ha iniziato a sollecitare i suoi dipendenti della Bay Area di San Francisco a lavorare da casa, se possibile, e sta adottando misure simili per incoraggiare “accordi di lavoro flessibili” altrove. Tuttavia, la società ha chiuso tutti i punti vendita al di fuori della Cina.

Los Angeles è attualmente in modalità di blocco parziale a partire da lunedì mattina, con molte aziende chiuse per aiutare a prevenire la diffusione del coronavirus, Il Los Angeles Times segnalati.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *